Uilca TV, Rinnovo CCNL Credito e verso il 5° Congresso UILCA, Bergamo 30/9-3/10
Entra nella UILCA tv Rinnovo CCNL Credito Guarda la pagina dedicata al 5 congresso UILCA
Home  >  Intesa Sanpaolo: nasce la Banca di Credito Sardo
Intesa Sanpaolo: nasce la Banca di Credito Sardo
di E. Di Nisio
 
Il Gruppo Intesa Sanpaolo ristruttura le proprie attività in Sardegna, e costituisce una nuova realtà creditizia, la Banca di Credito Sardo. L'integrazione delle filiali di Banca CIS e delle filiali di Intesa Sanpaolo operanti in Sardegna porterà in dote 116 sportelli, 1.140 dipendenti, 6,1 miliardi di impieghi e 4,9 miliardi di raccolta, con oltre 240.000 clienti. Numeri di tutto rispetto per il nuovo istituto, che diventerà la banca di riferimento per il Gruppo Intesa Sanpaolo nella regione ed il secondo operatore bancario sardo, con quote del 17,2% per la raccolta, 31,7% per gli impieghi e 15,9% per il numero degli sportelli.
 
 
Dal punto di vista tecnico, si tratta di una cessione di ramo d'azienda. A regime, il nuovo istituto avrà una rete commerciale di 95 filiali (delle quali 4 si occuperanno solo di finanziamenti alle imprese). L'organico sarà costituito da 960 lavoratori della rete di Intesa Sanpaolo ai quali si aggiungeranno altri 180 provenienti da Banca CIS. Banca di Credito Sardo Spa raggrupperà a sé tutte le sedi operative degli istituti, dislocate nell'isola. Il 9 febbraio è stata avviata la migrazione informatica di Banca Cis al sistema di Intesa Sanpaolo. Successivamente, è stato definito il nuovo modello organizzativo per le filiali, nonché la nuova denominazione di Banca di Credito Sardo. Entro marzo, tutta la rete commerciale di Intesa Sanpaolo verrà conferita alla nuova entità. Il presidente di Banca di Credito Sardo sarà Giorgio Mazzella e sarà affiancato dal direttore generale Luigi Teolis.
 
 
Non c'è stato scontro sindacale sulle modalità dell'integrazione: lo scorso febbraio, i rappresentanti di Dircredito, Fabi, Fiba-Cisl, Fisac-Cgil, Silcea, Sinfub, Ugl Credito e Uilca hanno siglato un accordo che eviterebbe tagli al personale.
News
Necrologio
La Uilca annuncia con profondo dolore la scomparsa di Claudio Tarini
  • Oggi è un giorno triste per la Uilca e per tutto il sindacato. La scomparsa di Claudio Tarini, segretario provinciale di Padova della nostra Organizzazione, ci lascia attoniti e poveri dell'umanità e la passione con cui svolgeva la sua attività e si poneva quotidianamente al servizio dei lavoratori. Claudio era un amico, un sindacalista capace e competente, un uomo che per tutti noi sarà sempre esempio di altruismo, impegno e professionalità. Ci stringiamo in un abbraccio commosso alla sua famiglia, cercando nella vicinanza reciproca la forza per lenire questo immenso dolore. Ciao Claudio, sarai sempre con noi
da “il Mattino di Padova”

Editoriali
Editoriale del segretario generale Uilca Massimo Masi del 14 luglio 2014
Circa due anni fa, nel lontano settembre 2012, proposi ad ABI e alle altre Organizzazioni Sindacali una “cabina di regia” cioè un tavolo allargato anche al Governo, per discutere del futuro del personale, del futuro delle banche e del sistema finanziario italiano, delle ristrutturazioni, delle nuove professionalità. Tale proposta fu rifiutata dalle forze conservatrici dell'ABI e, purtroppo – come spesso capita – anche dalla parte sindacale

La UILCA sulla stampa
Umberto Baldo (nella foto):«Si calcola una prima tranche di 1.350 circa su 2.900 uscite per Mps tra 2015 e 2017. Ritengo che in Veneto saranno non meno di 150. Il piano industriale parla anche di 150 sportelli. Ne abbiamo chiusi già 400, causa doppioni»
da "il Mattino di Padova" di Eleonora Vallin





Artefatta